Torna all'inizio
Login
Logo di OMiI
OMiI Archivio News 18 Ottobre 2007 EDITORIALE DI OLIVIERO TURILLAZZI
EDITORIALE DI OLIVIERO TURILLAZZI

Una fase nuova

Domani 19 Ottobre a Roma si terrà la manifestazione nazionale degli odontotecnici.

Non è la prima volta che gli odontotecnici scendono in piazza con una manifestazione di protesta  per reclamare un cambiamento del loro status professionale.

La nostra categoria anche in altre occasioni aveva tenuto manifestazioni pubbliche di protesta.

I non più giovani ricorderanno la metà degli anni sessanta in cui si discusse in Parlamento il famoso progetto dell??On. Maccarone, per l??istituzione della figura dell??odontoprotesista.

Quel progetto di legge  fu poi bocciato.

In seguito la nostra categoria manifestò a lungo e si mobilitò arrivando in taluni casi ad  occupare le scuole di odontotecnica affinché venisse istituito il quinto anno ed il diploma di maturità odontotecnica.

Quella richiesta passò ed oggi quasi il 30% dei dentisti che si lauereano proviene da una scuola odontotecnica.

Nel passato più recente poi si sono tenute manifestazioni di piazza a sostegno di un' accelerazione della discussione sul nuovo profilo.

Domani dunque gli odontotecnici con la loro manifestazione assumeranno per una volta ancora quel ruolo sindacale che in passato non era stato loro del tutto assente.

L??appuntamento che si sono dati gli odontotecnici delle diverse regioni italiane, non è però solo un momento di significativa ed importante denuncia sindacale, io credo che con la loro manifestazione gli odontotecnici compiranno un atto che, pur rientrando nella  serie di esperienze di protesta di cui abbiamo già parlato, si rivelerà come l??appuntamento per l'inizio di una nuova fase sindacale.

Una specie di giro di boa in cui al centro saranno gli odontotecnici e basta.

Gli odontotecnici che con questo atto hanno messo insieme, sul campo, un progetto di unità che supera di fatto ogni singola associazione.

Con la manifestazione si renderà visibile e si misurerà quanto e come si è sviluppato il movimento sindacale all??interno della nostra categoria; un movimento  rappresentato sui siti delle associazioni, nei forum o nelle diverse assemblee locali, in cui sempre e comunque si è fissato un tratto comune dato dalla voglia di unire, unire unire per difendere la categoria.

L??esperienza maturata in tutti questi anni mi fa pensare che il ??movimento dal basso?, che anche noi della Siced, con modestia e perseveranza, abbiamo contribuito a creare, stia per giungere alla sua fase adulta .

Quella in cui si finisce di delegare alle singole associazioni , alla propria? parrocchia?, al proprio clan.

La fase in cui si crea una cosa nuova: si crea un'unica associazione degli odontotecnici.

Un'unica associazione degli odontotecnici in cui l??unità sia forte e reale, così come sono reali e pressanti i problemi di tutti laboratori odontotecnici.

 OLIVIERO TURILLAZZI

P.D.

Ho cominciato sfilando con il mio camicie all??età di diciassette anni in piazza Montecitorio e quaranta anni dopo sarò ancora lì, conscio della debolezza della nostra categoria, ma convinto che la presenza di ciascuno è importante, non già per la protesta ma soprattutto per il segnale di  forza e di unità che lascia alla categoria.


 
Commenta questa news
Condividi Condividi su Facebook Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Live.com Condividi su Myspace
 
Non è ancora stato pubblicato alcun commento per questa news!
XHTML 1.1 Valid CSS 2.1 Valid RSS Feed RSS Feed