Torna all'inizio
Login
Logo di OMiI
OMiI Archivio News 30 Aprile 2009 CIO: PROFILO: FALLIMENTO TOTALE DI UNA POLITICA "SERVILE E OBSOLETA"
CIO: PROFILO: FALLIMENTO TOTALE DI UNA POLITICA

PROFILO: FALLIMENTO TOTALE DI UNA POLITICA "SERVILE E OBSOLETA"

 

Dopo l�??inspiegabile annullamento della riunione interassociativa di oggi e il comunicato di ieri su odontoblog da parte del Sig. Troiani, ritengo che la misura sia colma.

Era il 2 Dicembre 2008, quando in una famosa riunione dissi al Sig. Troiani che questo modo di procedere aveva fatto il suo tempo, fallito su ogni fronte! Bisognava solo prenderne atto con un po�?? di umiltà e cambiare direzione.

Gli avevo anche detto che era giunto per lui il tempo di scendere dal piedistallo di �??Presidentissimo Nazionale�?� e mettersi intorno al tavolo allo stesso livello degli altri!

Sempre in quel periodo gli telefonai in preda a sgomento, perché ci era stata sbattuta la porta in faccia dalla Conf. Stato Regioni e gli dissi che dovevamo manifestare subito, mi riempì di sproloqui, il cui concetto finale era quello che senza un obbiettivo concreto e immediato, la manifestazione sarebbe stata solo una perdita di energie e di tempo.

Ora con ritardo di sei mesi, dove non è cambiato nulla, si presenta a chiederci di manifestare? Noi in piazza ci saremo sempre quando ci sono gli odontotecnici, ma non certo sotto la guida di chi ha 30 anno di ritardo e si sveglia dopo 6 mesi!

Anche il modo �??servile�?� di frequentare e ristagnare sotto i portoni Ministeriali ha finito il suo tempo, ed è diventato addirittura dannoso per la dignità e l�??immagine della nostra professione!

Ci chiama colleghi, poi organizza delle sconclusionate riunioni interassociative (�??anche sotto telecomando�?�) magari, facendo più complicità con la controparte che con i �??colleghi�?� stessi, indebolendo il fronte!

A noi non è mai passato per la testa di andare a ridicolizzare i dirigenti o le altre AAOO, davanti alle istituzioni! (Chi ha partecipato all�??incontro di dicembre 08 tra AAOO e Ministero ha visto come abbiamo saputo fare fronte comune anche senza nessun accordo preliminare, la complicità tra colleghi è stata spontanea! Lo SNO non c�??era , era andato per conto suo!)

In quest�??ultimo mese, molti dirigenti associativi sanno quanto abbiamo fatto affinché ci fosse un incontro serio tra le AAOO (abbiamo anche accettato la proposta di codice di regolamentazione degli incontri interassociativi della FENAODI), ma alcuni, sotto sotto, non vogliono �??legittimare�?� il CIO (sic), altri come lo SNO fanno inviti e lasciano che il Sig. Troiani stabilisca tutto (o chi per lui), date, luoghi, numeri e tipo di partecipanti, non dà agli altri nessuno spazio né possibilità di organizzarsi! Poi accusa, disdice, anticipa con lettere piene di �??pseudominacce�?� e segreti, prive di seri ordini del giorno, poi di colpo manda un sms (del tutto informale, come avesse a che fare col suo giardiniere) e annulla in questo �??modo�?� la riunione del 30 Aprile. Il tutto perché il CIO ha mandato una mail dove contesta il metodo, ma nonostante ciò, dice che parteciperà, e visti i tempi stretti (3-4 giorni) ha trovato, �??al momento�?� e ripeto �??al momento�?�, la disponibilità del Sig. Lino Busà, che però, per lui vale poco, anche se ricopre una carica confederativa all'interno di Confesercenti molto più alta della sua!!

Quando il funzionario è lui, può fare il �??presidente multi funzionale dell�??universo�?�, quando i funzionari sono degli altri, non vale la pena nemmeno più di fare la riunione e la disdice con forme snobbiste.

In questi sei mesi, l�??unico cambiamento sostanziale sul profilo è stato il ritorno indietro del Ministero sul documento assurdo, definito �??Fazio 2008�?�, ma questo era avvenuto già il giorno dell�??incontro che il Ministero aveva fatto a Dicembre 2008 con tutte le AAOO, dove lui (guarda caso!) non era presente.

Ci fù chiesto di elaborare un nuovo documento sul profilo da sottoporre di nuovo al CSS e alla Conf. Stato Regioni.

Questo lavoro è stato fatto a Gennaio, ma la CNA, invitata, ancora una volta , non è venuta presso la sede FENAODI di Roma.

Il documento esiste e non è stato ancora presentato perché il blocco totale della Conf. Stato Regioni a tutte le nuove professioni sanitarie rende inutile, al momento, relazionarsi sui contenuti.

Quindi altri sei mesi persi!

Il CIO ha iniziato il cammino di recupero di 30 anni di assenza di una comunicazione moderna col pubblico dell�?? odontotecnico, che dà la forza politica vera per sedersi ai tavoli senza il �??panettone�?�, ma con la dignità di chi, da soggetto votante (insignificante) diventa soggetto convogliatore di voti (forte), che è ciò di cui vive la politica.

L�??esempio dei risultati di interesse, attenzione e allarmismo che stiamo ottenendo con l�??iniziativa dello sportello al pubblico, dimostrano con i �??famosi fatti�?�, quale è la direzione per sedersi ai tavoli senza atteggiamenti �??servili�?� che ci hanno portato solo ad essere considerati il nulla più nulla del nulla, nelle mani del potere.

Andare ancora a parlare con i vari personaggi delle istituzioni , significa poco se ci si và con l�??atteggiamento debole e�??elemosinante�?� in cerca solo di �??connivenze�?�, senza mai mettere a rischio gli interessi degli interlocutori.

�??Ma la nostra forza è poca, ed è questa!�?� mi è stato risposto!

Chi risponde così pensa che la forza venga dalla unione delle associazioni o cose di questo genere, è vecchio! Miei cari è vecchio! Seppur utile, cambia poco le cose!

15.000 odontotecnici anche se uniti son poca roba! Ciò che conta è come la professione si relaziona e muove l�??opinione pubblica, finché si vive nella �??grotta laboratorio�?� si fanno politiche introspettive, non si conta nulla! E�?? la civiltà della comunicazione! Ma noi siamo da questo punto di vista all�??età della pietra!

Il CIO è nato subito con l�??idea di invertire la direzione di marcia e andare verso la gente, il cittadino/paziente, ma altri invece di copiarci (non siamo gelosi!) continuano ostinatamente e diabolicamente a perseverare in atteggiamenti e programmi ,che non sono altro che trivelle che scavano sempre di più il buio pozzo dell�??odontotecnica Italiana.


Alberto Battistelli

Pres. Nazionale CIO

CONFESERCENTI FEDERBIOMEDICA


 
Commenta questa news
Condividi Condividi su Facebook Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Live.com Condividi su Myspace
 
Non è ancora stato pubblicato alcun commento per questa news!
XHTML 1.1 Valid CSS 2.1 Valid RSS Feed RSS Feed